Lo studio TV in classe

La Didattica A Distanza ha messo a dura prova il corpo insegnante costretto a fare lezione in un’aula vuota, con la necessità di cercare di incuriosire i ragazzi ad entrare il più possibile all’interno di un argomento senza poter trasmettere la giusta carica di energia. A questa enorme difficoltà spesso si aggiunge una carente qualità del video e dell’audio con il quale raggiungiamo i ragazzi, facendo perdere loro l’attenzione e la concentrazione sulla lezione.

La principale difficolta nel fare lezione a distanza in classe deriva dalla necessità del docente di alzarsi per scrivere alla lavagna e poter mostrare il contenuto agli studenti collegati mantenendo una buona qualità video e un’ottima comprensibilità dell’audio. Per fare ciò è necessario dotare la classe di una webcam possibilmente ad alta risoluzione e un microfono con filo o senza che assicuri l’audio migliore anche quando il docente si gira rispetto l’inquadratura.

Infatti sia la webcam che il microfono incorporati nel notebook in classe riproducono con discreta qualità esclusivamente se ci si trova difronte ad una distanza massima di 50 centimetri.

Pertanto quando il docente ha necessità di alzarsi per scrivere alla lavagna o spiegare gesticolando e muovendosi ha bisogno di avere una telecamera che lo inquadra con un ampio campo visivo e un microfono vicino alla sua bocca che raccoglie il suono ad una distanza costante.


Esempi Pratici:

Abbiamo quindi realizzato una soluzione per la DAD in classe composta da telecamera, cavalletto e microfono a clip disponibile con 6 metri di cavo o in versione wireless. A questo KIT base è possibile aggiungere una document camera per quelle situazioni in cui il docente ha necessita di inquadrare oggetti o disegni presenti sul tavolo, oppure inquadrare un’apparecchiatura. Il KIT base è lo stesso che viene proposto per far lezione da casa ai docenti.

Questa seconda webcam ad alta definizione viene posizionata normalmente sul primo banco della classe e inquadra insieme sia la cattedra che la lavagna, consente di far seguire ai ragazzi il docente sia quando scrive sulla lavagna che quando si alza per spiegare con maggiore enfasi.

Inoltre in caso di necessità si può collegare al computer una terza telecamera sempre USB che potrà servire per inquadrare oggetti, documenti, disegni o apparecchiature di laboratorio. Per passare da un inquadratura all’altra basta cambiare l’ingresso della telecamera sul programma di video stream utilizzato.

Accessorio per laboratori e grandi aule

Spesso accade che nei laboratori il docente mentre spiega si debba muovere o vada a mostrare parti di circuiti oppure oggetti, in queste situazioni come seconda camera, consigliamo di utilizzare una OSBOT o similare, una webcam dotata di due motori ed un sistema di riconoscimento del viso che segue il docente nei suo movimenti mantenendo il fuoco e con un comando manuale è in grado di zommare verso di lui


Come sempre le consulenze proprio perchè sono realizzate in base alle esigenze delle scuole sono sempre differenti, utilizzando di volta in volta le tecnologie più recenti, in caso di dubbi non esitate a scriverci.