Molti istituti si stanno affacciando a questo nuovo mondo della comunicazione perché offre innumerevoli vantaggi oltre a un rapporto tra investimento e potenzialità assolutamente da prendere in considerazione.

Inoltre il mezzo radiofonico, forse più correttamente indicabile in streaming audio visto che sfrutta le rete per veicolare i propri contenuti, parla lo stesso linguaggio dei ragazzi, riesce quindi ad inserirsi nelle loro tematica in maniera naturale nel loro vivere quotidiano, fornendo quindi contenuti adatti per età e materia. Tutto questo riguarda il solo ascolto della radio.

La radio come evoluzione del giornale di classe

La parte invece più importante è la produzione dei contenuti: ovvero organizzare per classi e altri gruppi omogenei la produzione di programmi, interviste, redazionali ed approfondimenti in modo da creare un palinsesto completo che andrà a coprire l’intera giornata, con l’aiuto di colonne sonore, rubriche più generali come ad esempio l’oroscopo piuttosto che l’almanacco del giorno, i compleanni all’interno della scuola o le recensioni dei film in programmazione.

Qui inizia la parte propedeutica e didattica che la scuola può offrire attraverso questo mezzo: da una parte si insegna ai ragazzi a parlare, il microfono aiuta ad esprimere il proprio pensiero in modo differente, più vicino alle modalità attuali della comunicazione giovanile, li aiuta ad aumentare il loro vocabolario e utilizzare una dizione il più possibile neutra e comprensibile a tutti. Inoltre per gli studenti più appassionati, la web radio permette di addentrarsi in un mondo nel quale le opportunità lavorative sono innumerevoli, e la radio è il primo scalino per ogni forma di comunicazione moderna.

La Web Radio si ascolta attraverso il player sul sito della scuola, ma può essere posizionata con delle casse amplificate e uno speciale amplificatore purchè coperto da rete Wi-Fi dell’istituto, nei luoghi comuni come corridoi e palestre ma anche in entrata per essere ascoltata nei momenti dell’accoglienza, della ricreazione e e in ogni occasione dove sia utile un sottofondo sonoro.

L’importanza della radio aumenta nel momento in cui diventa mezzo di connessione tra la scuola, la comunità locale e le istituzioni, in cui i ragazzi ad esempio possono raccogliere testimonianze dagli anziani diventando un team giornalistico, oppure realizzare dirette del consiglio comunale o di eventi sportivi; perfino pezzi teatrali possono diventare radiodrammi nei quali i ragazzi recitano molto più facilmente non avendo il pubblico davanti, perfino in lingue straniere.

Grazie alla Web Radio si aprono potenzialità pedagogiche davvero interessanti, dove gli insegnanti possono guidare gli allievi su specifici percorsi in base all’età e alla materia sulla quale focalizzare in contenuti da creare.

Enrico Spedo